10 cose che non sapevi sulle coccinelle

Chi non ama le coccinelle? Tutti siamo ben contenti quando uno di questi dolci animaletti si posa sulla nostra mano perché sono allegre, simpatiche e, si dice, portino fortuna.

Coccinelle

La loro forma ha addirittura ispirato il design di una macchina, il famoso Maggiolino, eppure conosciamo veramente tutto su questi insetti? Vi svegliamo dieci aspetti decisamente inattesi.

Le coccinelle sono velenose

Ve lo aspettavate? I loro colori accesi segnalano proprio questo particolare. I colori vistosi sono chiamati aposematici e servono proprio ad indicare la loro pericolosità ai predatori. Questi, in caso non vogliano demordere davanti all’avviso, dovranno subire forti mal di pancia. Forse è più un tentativo di tenere lontani i predatori, più che un vero e proprio pericolo.

Non tutte le coccinelle portano fortuna

Ebbene si, per sapere se la coccinella che vi è venuta incontro porta fortuna, dovete contare i puntini neri: devono essere sette e questo ce lo dice l’astrologia babilonese. Il numero 7, infatti, è il numero della perfezione e ricorre spesso negli antichi scritti sacri.

Le coccinelle sono predatori

Sono predatori formidabili! Le coccinelle vengono usate anche nella lotta integrata per combattere afidi e acari. Possono mangiarne cento al giorno  e, calcoli scientifici, sono arrivati a dichiarare che durante la vita, una coccinella, può distruggere oltre 5000 afidi! Hanno un modo molto particolare di mangiare gli afidi. Li agguantano per il loro apparato boccale, li succhiano come un frullato e gettano l’esoscheletro!

Le coccinelle sono cannibali

Anche questa è una notizia sicuramente inattesa. Le coccinelle, si proprio quei dolci animaletti, sono cannibali. Qui la natura ha voluto dare un segnale forte del loro istinto predatorio. La femmina depone le uova in gruppetti da poche decine di elementi. Quando le larve escono dal guscio, incominciano a mangiarsi tra di loro: solo il più forte,quello con l’istinto da predatore più evoluto, sopravvivrà.

Mamma coccinella si mangia le uova

Le coccinelle, appena deposte le uova, tornano a cacciare. Sono cacciatori instancabili! Se durante la loro caccia ricapitano sul luogo dove hanno deposto le uova, non si chiedono di chi sono e incominciano subito a nutrirsi con le proprie uova.

Piccoli insetti che si comportano da grandi mammiferi

La loro foga di cacciatori le porta a comportarsi come i grandi predatori della savana. Cacciano dal sole e non danno tregua alle prede, le inseguono fino a quando non si trasformano nel loro prediletto pasto.

Sono difficili da allevare

Sono ottime per al lotta integrata, ma ancora poco utilizzate perché sono difficili da allevare. La malsana abitudine di mangiarsi tra larve porta il livello di moralità giovanile a percentuali troppo elevate per essere allevate a costi contenuti.

La lotta integrata per i roseti delle città

Esistono altri insetti, più economici, che combattono gli afidi, ma sembra che i cittadini di luoghi ricchi di roseti, preferiscano le coccinelle: perché? Semplicemente perché sono più costose ma carine!

Le coccinelle puzzano!

Chi se lo sarebbe mai aspettato? Se involontariamente schiacciamo una cimice, si sente subito che puzza, ma le coccinelle? Possibile? Così carine e puzzolenti? Ebbene sì! Il loro veleno ha un odore fortemente sgradevole e questo influisce anche sull’allevamento che sicuramente non è piacevole.

 Carnivore e vegetariane

Il loro pasto preferito è composto di afidi o similari ma, in mancanza di questi, le coccinelle sanno “accontentarsi” di polline e nettari dei fiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *