Come disegnare un delfino

Tutti amano i delfini, inutile negarlo. Il delfino è un cetaceo dal sangue caldo, ritenuto tra gli animali marini più intelligenti e particolarmente amichevole con l’uomo, per questo spesso opposto al “cattivo” del mare, lo squalo. I film per bambini che vedano un delfino come protagonista sono diversi: senza neppure tornare indietro fino agli anni ’60 prima e poi ’90 per scomodare il mitico Flipper, possiamo anche solo pensare a Winter il delfino.

Delfino

Dunque i delfini sono carini, adorabili, simpatici, e molto intelligenti, oltre che sempre molto amichevoli con gli esseri umani … tuttavia, non sono proprio semplicissimi da disegnare. Almeno non a primo impatto. Con un po’ di pratica però potresti riuscirci. Ecco allora come disegnare un delfino.

Come disegnare un delfino: i passi da seguire

1. Una delle caratteristiche più evidenti del delfino è la silhouette. Questo simpatico cetaceo ha una silhouette allungata che puoi rappresentare tracciando una linea curva che ricordi una r in stampatello minuscolo. Se vuoi puoi aiutarti disegnando quattro quadrati orizzontali e tre verticali, i quali serviranno a darti una direzione più precisa nella tua opera. In questo caso la r sarà rovesciata, ma fai bene attenzione a che la parte sinistra, ovvero la parte superiore, sia più grande rispetto a quella destra, ovvero la coda.

2. Disegnando una U in stampatello maiuscolo nella parte superiore avrai il naso. Naturalmente la “U” dovrà essere collegata alla linea che hai tracciato prima, la r, per intenderci.

3. Traccia quindi una linea curva che vada ad unire la r e la U di prima, e poi un’altra parallela: in questo modo otterrai lo stomaco del delfino, oltre che già un primo abbozzo della forma dell’animale.

4. Sul dorso, diciamo più o meno a metà della parte superiore, disegna la pinna dorsale del delfino. Non deve essere necessariamente grande, può essere anche solo accennata, come se il cetaceo fosse visto di profilo.

5. A questo punto tocca alla coda. Per disegnare la coda del delfino puoi usare un piccolo trucco: tracciare la forma di un cuore rovesciato oppure di un boomerang. Naturalmente la forma tracciata deve essere attaccata al tratto finale della figura, in basso.

6. Con una piccola u sul lato destro potrai ottenere la pinna destra del delfino. Questa essendo più piccola di quella dorsale deve essere a maggior ragione appena accennata.

7. Tracciando una linea che vada a dividere a metà il naso otterrai la bocca del cetaceo.

8. Nella parte superiore della guancia disegna un occhio. Puoi scegliere se farlo minimale, dunque solo un punto sopra al naso, oppure una forma più elaborata, diciamo da cartone animato, quindi completa di pupilla.

Nel caso in cui tu voglia rappresentare il delfino in orizzontale, dovrai disegnare entrambe le pinne laterali, questa volta magari un po’ più grandi, e concludere con una linea orizzontale lungo il corpo del delfino. Per creare un effetto, come dire, splash, potresti aggiungere delle gocce d’acqua tutt’intorno alla figura, così da lasciar intendere che il delfino, come sua natura, stia in acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *