Come fare una torta

Ci sono diversi modi per fare una buona torta e tutti richiedono tempo, dall’impasto alla decorazione. I robot da cucina, però, danno un valido aiuto, dimezzando tempo, forza, lavoro e aumentando il piacere.

Si fa presto a dire torta, ma se andiamo a guardare un po’ più nel dettaglio, scopriamo un mondo variegato! Quale tipo d’impasto si vuole ottenere? E la bagna, qual è più adatta? La farcia è meglio semplice o crema gelato?

Impasti: le differenze

Con l’aiuto di un robot da cucina per impastare dolci, possiamo fare qualsiasi genere di torta. Se vuoi consigli per la scelta di un robot da cucina visita il sito Su artkitchen.it. Vediamo quali sono i principali e quali caratteristiche li differenziano.

  • Impasto montato. Si tratta dell’impasto classico utilizzato per preparare il Pan di Spagna. Si ottiene “montando” gli ingredienti. L’impasto , infatti, dovrà incorporare molta aria e essere soffice e voluminoso. Per ottenere questo risultato si utilizzerà la frusta elettrica.
  • Impasto choux. È utilizzato per i bignè e la famosa Torta Saint-Honoré. Si ottiene aggiungendo la farina ad un composto base fatto con acqua, latte, sale, burro e zucchero. Il robot da cucina permetterà di incorporare perfettamente le uova in modo che il  risultato finale sia una pasta semilucida e omogenea.
  • La pasta frolla, sfoglia e brisée fanno parte di questa categoria. Infatti gli ingredienti vanno amalgamati fra loro e lavorati accuratamente. I tempi di lavorazione della pasta sfoglia sono molto lunghi perché prevede più passaggi per inglobare il burro.
  • Impasto lievitato. Uno degli esempi più conosciuti dell’impasto lievitato è la brioche. Si tratta d’impasti con una lunga lavorazione. Il riposo in ambiente tiepido è d’obbligo e deve durare fino a quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume.

Bagna, farcia e decorazioni

Una volta preparata la pasta, s’inforna in una teglia ben imburrata e si fa cuocere in forno. Attenti a non aprire il forno in caso abbiate in cottura un impasto montato o choux.Una volta ottenuta la base, ci si può sbizzarrire con le farce e la bagna.

La bagna si utilizza per impregnare l’impasto in modo che diventi soffice e succoso, regalando alla torta morbidezza e sapore. Per prima cosa dobbiamo distinguere tra bagna alcolica e analcolica. In quelle alcoliche si diluisce il liquore in acqua e zucchero. Quelle analcoliche, invece, possono essere a base di caffè, sciroppo di frutta, agrumi e spezie. Una volta raffreddata, la torta, si taglia a dischi dello stesso spessore. Queste fette andranno poi imbevute di bagna.

La farcia è la crema che è spalmata tra uno strato e l’altro della torta. Anche in questo caso la fantasia non ha limiti. Può essere della semplice cioccolata o marmellata, ma chi ha voglia di esibirsi in qualcosa di spettacolare, con l’aiuto degli attrezzi del robot da cucina, potrà creare soluzioni speciali: creme a base di frutta, chantilly, morbide mousse di ogni genere, crema gelato. Basterà preparare la crema, e intervallare i dischi di torta con farcia scelta.

La parte più difficile è sempre la decorazione. Un metodo veloce è quello di distribuire ciuffetti di panna o piccoli frutti sopra ad una copertura di cioccolato. Volendo si può ricorrere alle creme al burro (che possono essere aromatizzate con qualsiasi aroma) oppure la pasta di zucchero. La seconda, da preparare in casa, è piuttosto difficile e richiede molta attenzione, quindi è consigliabile comprarla già fatta: si risparmia tempo ed è abbastanza economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *