Come scegliere i tessuti nautici per la propria barca

La scelta dei tessuti nautici per la propria barca non è mai facile. Infatti, i tessuti nautici hanno una duplice funzione: renderla più bella e far in modo che i nostri spostamenti e la nostra vita in barca siano più confortevoli.

I tessuti nautici sono importanti tanto quanto le attrezzature, se si desidera compiere una navigazione sicura e piacevole. Vi basterà pensare all’importanza dei tendalini parasole che proteggono chi utilizza la barca dal sole a picco che in mezzo al mare, quando non si ha niente per ripararsi, può essere piuttosto fastidioso.

Oggi vi spiegheremo come scegliere i migliori tessuti per la vostra barca e quali sono le caratteristiche che dovrebbero avere.

Le coperture

I tessuti nautici sono importantissimi soprattutto quando si parla di coperture, ovvero di tutte quelle protezioni per le strumentazioni di bordo, come il timone o il winch, ad esempio, oppure la consolle della barca, dove si trova la pilotina di comando e la strumentazione fondamentale per guidarla. Quando si parla di barche, le insidie possono essere diverse. Dall’usura fino agli agenti atmosferici, come umidità, salsedine e acqua di mare, che possono rovinare per sempre gli strumenti di bordo.

È importante quindi che la barca sia sempre protetta, sia in mare che a riposo, quando viene messa in rimessa.

I tessuti nautici per questi teli devono essere impermeabili, rifiniti e robusti.

Non trascurate poi l’importanza di un buon copribarca o un coprigommone, che impedisca all’umidità di penetrare al suo interno, durante il rimessaggio.

Tendalini per barche a vela, a motore o gommoni

Anche i tendalini sono fondamentali per chi desidera godersi la barca in mare, sia essa a vela o a motore, ma per essere davvero funzionali dovrebbero essere realizzati con un tessuto di qualità.

I tessuti nautici firmati Tempotest Parà sono tra i migliori presenti sul mercato. Si possono trovare tendalini già pronti, in diversi colori e realizzati in base alle misure standard per la tipologia di natante, oppure si può decidere di acquistare il tessuto nautico e poi farsi preparare il tendalino da professionisti del settore, in base alle proprie esigenze.

Coprisedili

I teli per i coprisedili devono essere antimacchia, idro e oleorepellenti e imputrescibibili. In questo modo saranno resistenti alla muffa, ma anche allo sporco e sarà necessario fare un po’ di manutenzione affinché si mantengano belli, nel tempo.

Solitamente i tessuti nautici hanno come caratteristica principale quella di possedere una resinatura, utile per proteggere la barca dall’acqua, ma soprattutto dalle muffe.

Manutenzione dei tessuti nautici

Per mantenere i tessuti nautici più a lungo, è importante che questi siano di qualità. Le coperture nautiche e i tendalini andranno poi lavati e asciugati, ogni volta che la barca non esce per mare. Quando la preparate per il rimessaggio lavateli con detergenti appositi e assicuratevi che sia completamente asciutta, per evitare che si formi della muffa.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *